ALLUNGAMENTO PENE

Tecniche chirurgiche di allungamento

 

L’allungamento del pene si ottiene per sezione del ligamento sospensore che in erezione determina un abbassamento ed avanzamento dell’asta.

L’accesso al ligamento sospensore viene fatto tramite incisione cutanea alla base del pene, prolungata sul pube.

Tale incisione può essere a “Y-V” rovesciate o a “Z”.

L’intervento di allungamento del pene viene eseguito in anestesia spinale o generale.

Per impedire la cicatrizzazione ed il conseguente “riattaccamento” del ligamento al pube, viene interposto fra questo ed i corpi cavernosi del tessuto adiposo pubico. Recentemente vengono applicati dei distanziatori in silicone.

L’intervento di allungamento è eseguito in day-surgery o al massimo può necessitare di una notte di ricovero. Di solito non necessita di drenaggio.

L’attività lavorativa può essere ripresa dopo 3 giorni mentre l’attività sessuale dopo circa 1 mese.

Durante il periodo post operatorio viene consigliata l’applicazione di dispositivi meccanici di trazione del pene per migliorare gli effetti dell’intervento ed impedire la cicatrizzazione del ligamento al pube.

 

 

-

| ipospadia | pene curvo | allungamento penieno | fimosi | varicocele | chirurgia della disfunzione erettile |

Copyright Dr.Morelli - E' vietata la riproduzione anche parziale del contenuto di questo sito